Recensione. “L’invitato” di Massimiliano Alberti.

Ben trovati lettori! Oggi vi parlo di una delle mie letture di questo mese. Si tratta del romanzo di Massimiliano Alberti “L’invitato”, Edizioni Infinito.

Trama. Tre ragazzi, Leonardo Kevin e Tommaso, cresciuti a Trieste e lì diventati amici e compagni di avventura, si ritrovano dopo anni a Vienna. Tommaso, il più benestante dei tre, invita gli altri due nella città austriaca per coinvolgerli nel suo nuovo e ambizioso progetto di una galleria d’arte dedicata alla Pop Art. Leo, che è il protagonista nonché voce narrante, accetta più per necessità che per convinzione considerando che si ritrova senza lavoro, senza soldi e “costretto” a vivere a casa con i suoi. Giunto a Vienna ritrova i vecchi amici e l’antica complicità  sembra ricominciare là dove era stata interrotta. Ma le vicende di Leo non vanno benissimo, un po’ arrogante e un po’ testardo si ritrova presto in conflitto con Tommaso.

2018-11-11_16-59-30-710

Il mio commento. L’ambiente della galleria d’arte di Tommaso è aristocratico, nel senso che è frequentata da rampolli di ricche famiglie danarosi e viziati, ma è anche estremamente povero perché mancano quasi del tutto qualità morali . A parte un paio di ragazze che fanno da contorno alla storia e Kevin che è abbastanza ingenuo, per il resto incontriamo personaggi superficiali e banali. Leonardo è arrogante e attacca chiunque incontri sulla sua strada con ironia pungente al limite della maleducazione, e spesso riceve esattamente lo stesso trattamento che riserva agli altri. La sua arroganza è una forma di autodifesa, cerca di mostrarsi all’altezza della situazione raccontandosi in un modo che in realtà non è. Non lo è sia per un discorso economico, non ha il portafoglio gonfio come gli altri, sia perché è incapace di fare, si autoconvince di meritare molto di più  ma poi in pratica non fa nulla per migliorare o cambiare la sua situazione. E’ uno di quei protagonisti di romanzi che si fa odiare, ma proprio tanto! C’è però da dire che essendo la voce narrante non fa sconti a se stesso e racconta la sua caduta con un’onestà intellettuale molto apprezzabile. Ad un certo punto della storia entra in scena una ragazza tanto bella quanto irraggiungibile, è la fidanzata di uno dei collaboratori della galleria e quindi Tommaso mette in guardia l’amico: è meglio che lasci stare quella ragazza per non creare problemi nel posto di lavoro. Tra l’altro Margarida, la bella in questione, non sembra minimamente interessata a Leo e addirittura lo tratta con noncuranza. Niente di tutto ciò fermerà Leonardo dal corteggiarla in maniera anche poco matura, inimicandosi Tommaso e il fidanzato di Margarida. Questo innamoramento unilaterale segna l’inizio della parabola discendente della vita di Leonardo a Vienna, passerà dal lusso alla fame in poco tempo, senza però perdere né la speranza che Margarida ceda al corteggiamento né  la sua arroganza. Quante donne sognano un corteggiatore così tenace? Tante, ma non tutte! E purtroppo per Leo, Margarida è una ragazza veramente dura da convincere, oltre che snob e già accoppiata. Il nostro protagonista offre anche la sua parte più nascosta ed altruista, anche se per poco. Questo sprazzo di bontà d’animo però fa intuire come Leo sia capace anche di molto altro, di come in un certo senso si adatti alla gente che lo circonda e semplicemente cerchi di sopravvivere in mezzo a veri e propri squali abituati a valutare le persone in base al loro conto in banca. Alla fine non si può fare a meno di prenderlo in simpatia o comunque di giustificare i suoi misfatti.

Per quanto riguarda lo stile dell’autore posso solo dire che è molto elegante e curato, quasi una scrittura d’altri tempi in linea perfetta con l’immagine classica e lussuosa di Vienna, la trama è sviluppata benissimo ed è ricca di spunti di riflessione e di dialoghi filosofici interessanti.

A presto!

Scheda del libro. 
Titolo: L'invitato
Autore: Massimiliano Alberti
Prezzo: € 14,00 
Pagine: 218
Editore: Infinito Edizioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...