Recensione. “Centopelli” di Miriam Nicopezz.

Ben trovati cari lettori e care lettrici.

Oggi vi parlo di una delle mie letture di agosto, si tratta del fantasy “Centopelli” di Miriam Nicopezz edito Lettere Animate.

Trama. Elide Centopelli ritorna, dopo molti anni di assenza, nel suo paese natale sulle rive del lago D’Iseo. Appena arrivata si reca nel vecchio negozio di famiglia, adesso chiuso e ricoperto di polvere, dove il padre di Elide vendeva souvenir. E suo padre prima di lui. La vendita di articoli per turisti, come si scoprirà presto, è sempre stata solo una copertura per celare un’attività ben diversa. Alcuni “clienti” infatti entrano nel negozietto per non uscirne più e vivere per sempre il loro “mentre perfetto”. Elide rimette a posto il negozio, toglie la polvere e risistema il bancone e nel frattempo ripensa alla sua vita passata, a sua madre morta troppo giovane, a suo padre che le svelò i segreti del mestiere dei Centopelli, all’amore perduto, all’amicizia e ai nuovi inizi.

IMG_20180825_165255.jpg

Il mio commento. Il romanzo inizia raccontando una storia di vita comune, come tante ne conosciamo: una donna che ritorna nella casa paterna dopo essere stata via per molti anni. Subentra la malinconia e i ricordi riaprono vecchie ferite. Poi all’improvviso arriva qualcosa di irrazionale, qualcosa a cui bisogna credere ciecamente oltre quella che è la nostra conoscenza. Ripercorriamo insieme ad Elide la sua giovinezza quando scopre il “lavoro” che fa il padre e che un giorno lei stessa dovrà ereditare per perpetuare il dono della famiglia. Ma per Elide è troppo, ciò che il padre fa alle persone può essere difficile da accettare, specie quando i clienti sono bambini che resteranno per sempre nel piccolo negozio di souvenir, e così sceglie un altro mestiere. Il personaggio di Elide è molto chiuso e malinconico, ritorna sempre al passato e alle occasioni perse. Non ha molti amici, tranne Sandra, alla quale la lega un rapporto speciale quasi un forte legame di sangue. L’amicizia è un tema molto presente nel romanzo, anche il padre di Elide ha un amico che è quasi un fratello. Mi è piaciuto particolarmente questo aspetto, l’autrice è stata brava ad inserire un così forte sentimento  in un contesto che, parlando di morte, è piuttosto cupo. Inoltre Elide è una donna coraggiosa perché si lascia alle spalle un posto “sicuro” per ritrovare se stessa lontana dalla presenza incombente del mestiere di famiglia e ricominciare un’altra vita.

Ho trovato l’idea di fondo molto originale, quasi sorprendente, verso metà libro ci sono  dei passaggi un po’ confusi che si fa fatica a seguire, ma nel complesso è un buon romanzo.

Buone letture e alla prossima!

Scheda del libro. 
Titolo: Centopelli
Autore: Miriam Nicopezz
Prezzo: € 10,45 (disponibile anche in digitale)
Pagine: 129
Editore: Lettere Animate

Un pensiero su “Recensione. “Centopelli” di Miriam Nicopezz.

  1. Grazie per la recensione, mi ha fatto davvero piacere leggere le tue considerazioni, sapere che la storia e i personaggi ti si sono mostrati per ciò che effettivamente sono. Grazie ancora, di cuore.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...