Recensione. “Follia” di Patrick McGrath.

Bentornati cari lettori e care lettrici. Il libro di cui vi parlo oggi è una delle mie letture del mese scorso, si tratta del romanzo “Follia” scritto dall’autore inglese Patrick McGrath e pubblicato da Adelphi.

Trama. La storia è ambientata in Inghilterra nel 1959, la voce narrante è lo psichiatra Peter Cleave che lavora in un manicomio criminale. La storia che il dottor Cleave racconta vede protagonista Stella Raphael, moglie di un altro psichiatra della struttura, che vive in una villetta all’interno dell’ospedale. Alcuni detenuti, quelli ritenuti meno pericolosi, vengono impiegati come operai per lavori di giardinaggio nei campi del manicomio. E’ proprio così che Stella si imbatte in Edgar Stark, uno scultore detenuto per aver ucciso la moglie in maniera violenta e crudele. Tra i due scatta una passione sessuale improvvisa ed incontenibile. Stella, pur conscia dei pericoli che corre, intraprende una relazione clandestina con Edgar che incontra in una rimessa dove si crede al riparo da sguardi esterni, ma si sbaglia. Il rapporto tra i due diventa vitale per Stella che inizia a vivere in funzione degli incontri con Edgar, comincia a trascurare il figlio e il marito, beve molto e inizia a perdere la ragione. Un giorno Edgar si introduce in casa di Stella…

IMG_20180602_160821.jpg

Il mio commento. La trama del romanzo non è eccessivamente complessa, anzi! I vari eventi così come le spiegazioni mediche si seguono con estrema facilità. La storia scorre via veloce anche perché è carica di tensione dall’inizio alla fine: non ci si annoia neanche per un momento. Stella è la classica donna/madre/moglie inquieta e insofferente, il marito è scialbo e indifferente alla bellezza sfrontata della moglie, qualsiasi uomo vorrebbe accanto una donna così ma lui è ossessionato dal suo lavoro e dalla carriera. Non appena Stella incontra Edgar ritrova la passione, la voglia di vivere e sente di nuovo il sangue pulsarle nelle vene. A quel punto non le importa il passato criminale di lui, né lo scandalo che potrebbe venirne fuori, l’unica cosa che conta per lei è Edgar e i loro incontri intensi. Stella è una donna bella e passionale che ha dovuto celare la sua vera natura per troppo tempo e adesso il classico punto di rottura le ha offuscato la mente dando il via libera agli istinti. Mente a tutti, si dimentica di avere un figlio e si attacca alla bottiglia del gin. E’ per lei l’inizio della fine.

Come dicevo prima, la storia è carica di tensione e ci si aspetta la tragedia da un momento all’altro per tutto il tempo della lettura. La tragedia arriva proprio quando tutto sembra più “tranquillo”, nel momento in cui il lettore tira un sospiro di sollievo e invece ecco la batosta. Senza anticipare nulla, ho trovato questo colpo di scena un po’ prevedibile così come il finale, scontato e banale. Ciò che invece ho molto apprezzato è stata la scelta di far raccontare la storia da uno psichiatra che ha dato alla trama una visione più clinica che emotiva, anche se i sentimenti non sono di certo mancati. I personaggi sono quasi tutti terribili, nel senso che non ne salverei neanche uno e che non ho provato empatia per nessuno di loro. Ma d’altronde la storia richiedeva proprio dei protagonisti al limite quindi credo proprio che l’autore sia riuscito nell’intento.

Ho letto questo libro perché l’ho visto ovunque su Instagram e devo dire che sono contenta di averlo fatto.

Scheda del libro. 
Titolo: Follia
Autore: Patrick McGrath
Casa editrice: Adelphi Edizioni
Prezzo: € 12,00
Pagine: 296

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...